Per gli amanti della carne questo articolo si rivelerà una chicca molto utile al fine di aiutarvi a preparare grandi e gustose ricette da far assaggiare a tutti i vostri familiari ed amici. In particolare ci soffermeremo sulla carne di cinghiale e sui modi in cui è possibile cucinarla.

Prima di tutto quali sono le caratteristiche fondamentali della carne di cinghiale? La carne del cinghiale è definita “carne nera” per la sua corposità e per il suo sapore intenso che dipendo molto da vari fattori, in particolare da come è stato allevato l’animale. Se allevati allo stato semi brado la carne del cinghiale risulterà magra e poco calorica, ricca di potassio, proteine animali e ferro. Per 100 gr. di carne di cinghiale ne derivano circa 122 Kcal.

Ricette culinarie con la carne di cinghiale

Cinghiale in umido

Stiamo parlando di un tipico piatto della regione campana abbastanza semplice da cucinare.

Ingredienti:

  • carne di cinghiale
  • 2 spicchi di aglio
  • 500 grammi di pomodorini
  • 2 decilitri di vino bianco
  • 150 grammi di passata di pomodoro
  • basilico fresco
  • pepe
  • sale
  • 3 cucchiaini di olio d’oliva
  • rametto di origano

Preparazione:

Prendete la lonza di cinghiale e rimuovete le parti grasse. Dopo averla sciacquata sotto l’acqua, tagliate il cinghiale a pezzettini. In tanto, fate riscaldare l’olio in una pentola, dove mettere subito dopo l’aglio a rosolare. Quando l’aglio sarà dorato aggiungete alla pentola i pezzetti di carne. Quando la carne vi sembra ben rosolata aggiungete sale, pepe e vino. Quando quest’ultimo evaporerà aggiungete basilico e origano. Tagliate i pomodori  e aggiungeteli insieme alla passata e dell’acqua, coprite con un coperchio e lasciate in cottura per 30 minuti.

Spezzatino di cinghiale al vino 

Ingredienti:

  • 2 peperoncini
  • sale
  • 1 cipolla
  • prezzemolo
  • 60 grammi di strutto
  • 3 foglie di alloro
  • 800 grammi di cosciotto di cinghiale
  • 3 decilitri di vino rosso
  • 3 decilitri di aceto bianco

Preparazione:

Mettete il cinghiale a bagno in una ciotola contenente acqua e aceto la sera prima. Il giorno dopo mettete in un padellino lo strutto e fatelo sciogliete a fiamma bassa. Successivamente aggiungete la carne, precedentemente asciugata e tagliata a pezzetti, e fatela rosolare. Quando avrà preso un bel colorito aggiungete cipolla e prezzemolo, tritato, tre foglie di alloro e i peperoncini. Aggiungete il sale e 2 dl di vino, lasciate in cottura per 1 ora e mezza. Infine bagnate aggiungete il vino rimasto e lasciate di nuovo in cottura per 10 minuti.

 

Cinghiale alla cacciatora

Ingredienti:

  • 1 chilo e mezzo di polpa di cinghiale
  • 1 cipolla
  • sedano
  • 1 carota
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 cucchiaio di bacche di ginepro
  • 4 foglie di salvia
  • 2 peperoncini
  • 500 ml di vino rosso
  • 800 grammi passata di pomodoro
  • 1 noce
  • 4 cucchiai di olio d’oliva
  • sale
  • 150 grammi di olive nere
  • mezzo rametto di rosmarino

Preparazione:

Prendete la carne e tagliatela a cubetti e mettetela in una padella facendola rosolare leggermente. Mettetela in una ciotola e lasciatela li per qualche minuto.  Prendete un casseruola e fate scaldare dell’olio e aggiungeteci le verdure tritate e mescolate insieme. Lasciate rosolare e aggiungete la salvia e mezzo rametto di rosmarino, successivamente girate il tutto. Inserite il vino rosso e lasciate cuocere a fiamma alta fino a che il vino non evaporerà. Aggiungete la passata di pomodoro e una noce, lasciate cuocere per due ore. Infine aggiungete olive e servite.