Il colesterolo alto è una condizione che può influenzare in maniera estremamente negativa la normale funzione del nostro organismo fino a riscontrare patologie molto gravi.

Ma che cos’è il colesterolo?

Il colesterolo è un grasso, scientificamente un lipide, che è presente naturalmente nel nostro organismo e prodotto in particolare dal fegato. Oltre alla sua normale e giusta produzione da parte del nostro corpo, il colesterolo viene assunto con gli alimenti. Tutti i grassi devono essere trasportati nel sangue da specifiche proteine, le lipoproteine, poiché i grassi non si sciolgono nel sangue. Queste si dividono in HDL che traportano il colesterolo buono e in LDL che trasportano il colesterolo cattivo.

Perché fa male in eccessiva quantità?

Se LDL è in eccesso si deposita nelle arterie e formando in alcuni casi le “placche” che rendono difficoltoso il flusso del sangue fino in casi estremi bloccarne il passaggio. Quindi con l’aumentare del colesterolo cattivo (indicato con la sigla LDL-C) aumenta anche il rischio di patologie cardiovascolari, in questi casi sarà necessario consultare il medico e attuare cure apposite.

L’aumento di colesterolo dipende oltre che dalla nostra dieta, dall’efficacia del nostro metabolismo. Per questo motivo sarà opportuno adottare una dieta più corretta e seguita, mentre per facilitare il funzionamento ottimale del nostro metabolismo e prevenire l’insorgere delle malattie cardiovascolari sarà opportuno cambiare stile di vita evitando cattive abitudini (come fumo e alcol) e fare attività fisica.

Quali sono i cibi per limitare e ridurre il colesterolo?

A colazione è consigliato mangiare due porzioni d’avena che scientificamente riesce ad abbassare del 5,63% il colesterolo in sole due settimane! Questo avviene perché in questa pianta è presente il beta-glucano che riesce ad assorbire il colesterolo cattivo.

Un altro cibo adatto ad una dieta contro il colesterolo è il salmone. Infatti in questo pesce è presente molto Omega3 che, secondo degli studi condotti dall Loma Linda University, aumenta il colesterolo buono del 4% e previene le malattie cardiache. Anche altri tipi di pesce sono ovviamente consigliati.

Vi è poi il Tè nero capace di ridurre i grassi nel sangue (del 10% in tre settimane), previene le malattie del cuore ed è benefico contro gli antiossidanti.

Anche se non si direbbe è utile mangiare la margarina, ovvero il burro vegetale poiché contiene sostanze capaci di bloccare l’assorbimento del colesterolo nell’intestino.

Infine consigliatissimo è l’aglio che oltre a ridurre il colesterolo, regola la pressione, fluidifica il sangue, agisce da antiinfiammatorio e elasticizza le arterie.