Il musical, Cabaret, da cui è stato tratto il film del 1972 torna sul palco in Italia, diretto da Saverio Marconi. Il 3 dicembre ha debuttato a Cento, in provincia di Ferrara, il 10 sarà ad Empoli, il 15 a Bolzano e poi in tournèe fino ad aprile in tutto il Paese.

Théophile-Alexandre_Steinlen_-_Tournée_du_Chat_Noir_de_Rodolphe_Salis_(Tour_of_Rodolphe_Salis'_Chat_Noir)_-_Google_Art_Project

Chi non ricorderà Liza Minnelli, giovane e scatenata, nel film, ormai, cult Cabaret? Fu un grande successo. Oggi, la compagnia della Rancia porta nei teatri italiani il musical che ha emozionato il mondo con la sua storia e la sua musica.

Siamo nella Berlino degli anni 30, il Kit Kat Klub è un locale trasgressivo, gestito da un godereccio Maestro di Cerimonie, impersonato da Giampiero Ingrassia, che invita i suoi clienti a godersi la vita tra spettacoli, risate e fiumi di alcool.

La protagonista e stella del club è la bella Sally Bowles, interpretata da Giulia Ottonello, che sogna di diventare una grande attrice, e nel frattempo intreccia una turbolenta relazione con un romanziere americano in cerca d’ispirazione. Tutti sono presi dall’atmosfera del cabaret, leggera e trasgressiva, sottovalutando la rapida ascesa del nazismo che incombe fuori dalle porte del Kit Kat.

« Ho scelto una lettura dello spettacolo più aderente all’attualità. Per spingere gli spettatori a riflettere se continuare a lamentarsi sui problemi di oggi o prendere in mano le cose e cambiarle» spiega il regista Marconi a proposito del nuovo punto di vista con cui ha voluto portare in scena il musical. Un successo assicurato.