Anche se traslocando spenderete un po’ di denaro (è normale!) ci sono alcune cose che non dovreste fare per assicurarvi di non far saltare il vostro budget. Ma quali?

Innanzitutto, vi suggeriamo di non scegliere e prenotare i servizi della società di traslocatori all’ultimo minuto. Cercate di farlo invece con almeno sei settimane di anticipo, concedendovi così il vostro tempo di effettuare un controllo approfondito sui propri servizi prima di firmare il contratto. Ricordate in tal proposito che scegliere una buona ditta di traslochi può diventare più difficile durante la bella stagione, più movimentata.

Anche in virtù di quanto sopra, qualora ne abbiate la possibilità, sarebbe opportuno evitare di traslocare durante l’estate. Mentre molti non potranno scegliere quando spostarsi, ci sono comunque alcuni metodi per assicurarvi di muovervi al momento giusto, evitando la stagione più movimentata come quella dei mesi estivi. Se comunque dovete spostarvi durante l’estate, considerato di farlo in periodi non proprio di “picco”, preferendo – ad esempio – la settimana successiva alla fine della scuola.

Detto ciò, non date per scontato che la società di traslochi vi informerà compiutamente su tutte le ulteriori spese. Alcuni presumono infatti che il prezzo indicato nel preventivo sia il prezzo finale del servizio reso. A volte lo è, ma a volte la società di trasloco deve aggiungere delle commissioni per i servizi che non avevano previsto. Assicuratevi pertanto di scoprire in anticipo quali servizi potrebbero essere necessari e a quanto sono tariffati.

La ditta di traslochi dovrebbe chiedervi inoltre se la vostra casa dispone di scale comode e larghe per poter manovrare correttamente i mobili, se avete un parcheggio adeguato di fronte all’appartamento, se c’è abbastanza spazio per il camion, e così via. Domandate sempre alla ditta di traslochi quali costi aggiuntivi potrebbero essere applicati. Nel caso in cui si renda necessario noleggiare un camion, accertarsi inoltre se il chilometraggio è incluso e quanti chilometri sono coperti. Inoltre, valutate con attenzione i dettagli della polizza assicurativa, qualora decidiate di essere tutelati durante il trasloco.

Infine, indipendentemente dal tempo che dovete impiegare nel trasloco, e dai giorni o dalle settimane che avete davanti a voi, valutate sempre la necessità di creare un piano di azione. Questo non solo vi aiuterà a organizzare la vostra prossima mossa e ad eliminare lo stress delle incertezze e del non preventivato, ma vi aiuterà anche a risparmiare denaro. Non c’è niente di più frustrante che realizzare all’ultimo minuto che avete bisogno di un servizio di baby sitting per poter gestire il vostro piccolo bimbo durante la giornata del trasloco, o che avete magari necessità di un servizio extra che possa aiutarvi a spostare un oggetto dalle grandissime dimensioni.

Insomma, non avere nessun piano significa che saranno spesi più soldi per fare le stesse cose. Il segreto? Cercate di parlarne attentamente con la società che si occuperà del trasloco, e valutate con calma se siete pienamente convinti delle rassicurazioni ricevute, o se sia invece il caso di domandare un altro preventivo.