La gomma è un materiale che si può trovare in natura, ma che può anche derivare da processi chimici artificiali. Questa sostanza viene sfruttata in particolar modo per la sua elasticità, una proprietà che ne consente gli usi più svariati.  

Non a caso, grazie a queste caratteristiche gli articoli tecnici in gomma sono tra i più richiesti sul mercato, insieme a quelli in silicone e poliuretano. Con la definizione di articoli tecnici si intende indicare tutte quelle componenti che vanno a costituire strumenti per la lavorazione industriale e oggetti di uso comune. 

Tipologie di gomme impiegate per gli articoli tecnici

È possibile classificare la gomma in due tipologie principali, entrambe impiegate per la realizzazione di articoli tecnici: il caucciù (o gomma naturale) e le gomme sintetiche. 

Il caucciù deriva da una pianta brasiliana. Si è poi scoperto che l’Hevea Brasiliensis nasce e cresce anche in Asia e Africa. L’estrazione del caucciù, concettualmente, è piuttosto semplice. Basta incidere il tronco della pianta e raccogliere in un recipiente il lattice che cola. Il lattice, successivamente essiccato, formerà dei fogli di gomma che verranno lavorati con specifici macchinari. 

Nel panorama degli articoli tecnici, il caucciù viene impiegato principalmente per la realizzazione di speciali cilindri impiegati nel settore fotografico, per proteggere al meglio le lastre impiegate per la stampa. 

La gomma sintetica si differenzia dal caucciù principalmente perché costituita da idrocarburi più semplici. Nasce da un processo chiamato polimerizzazione. Ne deriva una lavorazione più veloce, che ha fatto sì che la gomma sintetica venisse poi utilizzata, nel corso del tempo, molto di più rispetto a quella naturale.  

Questa particolare varietà di gomma viene realizzata per la maggior parte degli articoli tecnici presenti sul mercato, richiesti in numerosi ambiti del panorama industriale: ne costituiscono un esempio i rulli gommati, che possono sostenere diverse funzioni  per svariati macchinari e in tantissimi settori di impiego, grazie alla flessibilità del materiale. 

È inoltre possibile creare differenti mescole in gomma per rivestire adeguatamente i vari manufatti, in base al loro utilizzo.  

Del resto, questo materiale permette anche di creare numerosi articoli tecnici su misura, particolarmente diffusi soprattutto nell’ambito della stampa in 3D. 

Proprietà della gomma 

La gomma naturale, esposta ad elevate temperature, risulta molto morbida. Ecco perché per la maggior parte degli articoli tecnici risulta necessario ricorrere soprattutto alle gomme sintetiche che, invece, sono più facilmente lavorabili, grazie alla loro struttura molecolare. 

Come premesso, la proprietà più importante della gomma è l’elasticità, che consente a questo materiale di raggiungere diverse lunghezze, senza rompersi. La consistenza morbida e la capacità di resistere all’esposizione ad alte temperature rappresentano ulteriori proprietà della gomma indispensabili per gli articoli tecnici, che ne favoriscono gli usi più svariati nel panorama industriale. 

Un caso tipico è rappresentato da tubi e tubature in gomma, un’ottima soluzione in termini di flessibilità e costi, ad esempio per il settore edilizio. Un ulteriore esempio è quello rappresentato delle guarnizioni in gomma, utilizzate spesso nel settore idraulico, ma anche alimentare e farmaceutico. 

Dalla scoperta della gomma alla nascita degli articoli tecnici 

La scoperta della gomma corrisponde, all’incirca, a quella dell’America. Infatti, attorno al 1500, alcuni esploratori, di ritorno dal Nuovo Mondo, introdussero in Europa una sostanza chiamata  caoutchouc. Come si può intuire, si tratta del più conosciuto caucciù, un materiale idrocarburico polimerico che deriva dal lattice ricavato da una pianta brasiliana chiamata Hevea Brasiliensis

Occorrerà tuttavia aspettare due secoli per avere testimonianze dei primi manufatti in gomma. Nella seconda metà del 1700, il re del Portogallo ricevette dalle Americhe il primo abito in gomma. Sempre nello stesso periodo, fu inventata la gomma da cancellare. Ma soprattutto, nel 1793, il produttore britannicoSamuel Peal sviluppò un metodo di impermeabilizzazione dei tessuti, trattandoli con la gomma. 
 
Da quel momento in poi, fu una sperimentazione continua. Nel corso dei secoli, fino ad oggi, sono stati scoperti tantissimi tipi di lavorazione della gomma, sfruttando le numerose proprietà di questo incredibile materiale, per ottenere un gran numero di strumenti. Tra questi, gli articoli tecnici rappresentano senza dubbio una delle più importanti applicazioni del panorama industriale su scala internazionale.