Amazon: conviene investire nelle azioni?

Il 2020 si è chiuso con risultati record per le Big Tech americane, complice ovviamente la pandemia e la crescita esponenziale dei servizi digitali. Nell’ultimo trimestre dell’anno passato Microsoft ha aumentato i ricavi del 17%, con utili in crescita del 30% a 15,5 miliardi di dollari, al pari di Apple con ricavi ai massimi storici a quota 111 miliardi e utili di quasi 30 miliardi, mentre gli utili di Facebook grazie agli introiti pubblicitari sono saliti del 52% a 11,2 miliardi.

Tuttavia il punto di riferimento per il settore tecnologico è senza dubbio Amazon, con Jeff Bezos che si conferma l’uomo più ricco al mondo davanti a Elon Musk, mentre l’azienda continua a diversificare il suo business e presenta una capitalizzazione di quasi 1.400 miliardi di dollari. Nell’ultima trimestrale il gruppo ha triplicato l’utile, con vendite di oltre 96 miliardi di dollari in tre mesi nettamente superiori a quelle del 2019.

Nell’ultimo anno il prezzo delle azioni Amazon è cresciuto del 62%, a dimostrazione della fiducia degli investitori nell’impresa con la più alta capitalizzazione di mercato del mondo. Ad ogni modo, per investire su amazon è necessario partire dall’analisi tecnica e fondamentale, come indicato dai professionisti di TradingCenter.it, studiando quali potrebbero essere le prospettive per il business nel lungo e nel breve termine per comprendere quale strategia adottare per fare trading su questo asset.

I fondamentali del business di Amazon

Prima di pianificare qualsiasi investimento è necessario valutare con attenzione i fondamentali della società quotata, per analizzarne il business e studiare il settore di riferimento, cercando di prevedere quali potrebbero essere i possibili scenari futuri. Senz’altro l’azienda di Jeff Bezos vanta un’organizzazione forte e una solidità finanziaria considerevole, con un deciso apprezzamento della quotazione nel 2020 all’interno dello S&P 500.

Le stime di Amazon sono di un utile per azione di 7 dollari, con ricavi che secondo le previsioni degli analisti dovrebbero continuare a crescere anche nel 2021, sebbene in molti indichino un possibile rallentamento rispetto alla prestazione record del 2020. Il boom del settore e-commerce ha sicuramente favorito l’impresa americana, la quale grazie al servizio di abbonamento Prime può contare su un flusso di cassa importante, indispensabile per pianificare investimenti di lungo termine.

Tra i punti a favore di Amazon ci sono la forza del brand, la posizione acquisita come leader di mercato, un business costruito intorno al cliente, l’efficienza dell’infrastruttura di logistica e l’innovazione tecnologica. Da non sottovalutare è anche la diversificazione dei servizi, con il gruppo statunitense che ottiene entrate non solo dalle vendite in e-commerce ma anche dai servizi per le imprese, le tecnologie cloud-based e i servizi multimediali con Prime Video, Amazon Music e Twitch.

Ovviamente l’impresa non è esente anche da alcune debolezze, ad esempio la scarsa presenza di negozi fisici sul territorio, inoltre se in alcuni Paesi è dominante in altri possiede una quota marginale del mercato. Allo stesso tempo sul futuro pesano alcune incertezze, tra cui l’eventuale scontro con le autorità americane in merito alla posizione monopolistica, oppure un possibile inasprimento delle normative sulla privacy degli utenti e l’ingresso nel settore di concorrenti attrezzati.

Come fare trading online sul titolo Amazon

Per investire sulle azioni Amazon esistono due modi principali, aprire una posizione di lungo termine mettendo il titolo in portafoglio, oppure speculare sulle oscillazioni del prezzo in Borsa con posizioni long o short. Nel primo caso il gruppo di Jeff Bezos garantisce un business solido, con prospettive positive per il futuro e fondamentali considerevoli per offrire une relativa sicurezza nel lungo periodo. Nel secondo bisogna usare l’analisi tecnica, cercando di identificare le tendenze di prezzo per approfittarne con operazioni di breve termine.

Naturalmente è indispensabile pianificare una strategia accurata e valutare correttamente il rischio, trovando la soluzione migliore in base alle proprie esigenze d’investimento, studiando in modo approfondito anche quali potrebbero i possibili scenari in vista della ripresa economica nel 2021. In alternativa è possibile acquistare ETF che al loro interno hanno titoli tech come Amazon, un modo per diversificare il capitale puntando sui rendimenti di lungo termine per minimizzare il rischio nel breve periodo, ricordandosi di fare sempre trading in modo consapevole e prudente.