Per abituare i neonati alle voci dei propri genitori non bisogna solo parlare per molte ore in sua presenza, ma anche legger loro delle favole, col tempo il piccolo sarà in grado di riconoscere le due persone e a sentirsi rassicurato da loro solo con il suono della loro voce.

Infatti in alcuni casi non è sempre un bene prenderlo in braccio quando piange, se i bambini non hanno fame ricercano attenzioni perché si sentono soli.

Il momento della storia è molto importante e da fare in qualsiasi momento della giornata, soprattutto con grandi libri colorati e con bellissime illustrazioni.

Ecco quale consiglio su quale libro acquistare.

Quali sono le più belle di sempre?

I libri con protagonisti gli animali sono sempre i più graditi, non solo sono belli i disegni ma fanno vedere tanti esseri diversi nella stessa storia, che svolgono molte avventure e che, in altre storie, prendono il posto degli esseri umani e svolgono attività normali.

In questi casi sono meglio i libri Pop-Up in cui le diverse storie non solo sono illustrare ma interagiscono col bambino aiutando i vari protagonisti della storia a cercare oggetti nascosti nel libro e scoprirli da soli.

Le favole di Esopo sono di grande aiuto in questi casi: storie come “La cicala e la formica”, “La volpe e l’uva”, aiutano a far capire al bambino che quale animale è furbo o, in altri casi, come divertirti se qualcosa non va per il verso giusto.
Oppure come nel caso della storia “Il topo di città e il topo di campagna” far notare le differenze.

In altri casi come “Lo scherzo del pastore (o “Al lupo! Al lupo!”)” non solo è la prima storia in cui l’autore introduce la figura umana a quello dell’animale, ma aiuta a capire le conseguenze di uno scherzo non sempre divertente.

Anche le favole in cui le piante parlano e hanno una vita loro potrebbe essere fonte di grande scoperta per i bambini, “L’albero triste” aiuta a capire le differenze tra i cespugli e gli alberi, inoltre anche gli uccellini hanno la possibilità di parlare con loro, anche “La leggenda delle primule” aiuta a capire i tipi di fiori e il corso delle stagioni.

La storia “La rosa e il ranocchio” fa capire l’importanza di un’alleanza, come anche la storia“La leggenda delle margherite” tra fiori e animali.

Anche qualcosa riguardante gli insetti potrebbe essere bello non solo per scoprire i piccoli esseri ma anche per poterli vedere da vicino e notare i loro colori per riconoscerli: “Il bruco mangianoia e l’ape” è un esempio di amicizia tra due specie diverse, “La falena di luna” mette insieme insetti e stelle.

Quando i bambini crescono anche le storie da leggere e da raccontare, inoltre cambiano anche i personaggi, gli animali possono essere sempre presenti ma le bambine hanno più piacere a leggere storie di principi e principesse mentre i bambini su leggende e avventure.

Le fiabe classiche come “Biancaneve”, “Cappuccetto Rosso” e “Alice nel paese delle meraviglie” sono sempre i primi a essere acquistati, anche i libroni con più storie dentro; e dato che a scuola potrebbero iniziare a studiare storia, anche i libri sui miti e leggende possono essere fonte di grande curiosità, ad esempio “Miti sulla creazione del mondo e miti delle origini” raccoglie molte leggende.

Oppure “La leggenda di Jack O’ Lantern” potrebbe essere in invito alla lettura, soprattutto per scoprire una festività importante come quella di Halloween, allora è meglio anche citare “Storie e leggende di Halloween”; “Perché gridiamo?” e “Le leggende dei giorni della Merla”.

Altre storie sono diverse da quello che possono raccontare i genitori o i bambini vedono in televisione, questo riguarda le storie dei Fratelli Grimm che nel 1840 scrissero una serie di libri di favole solo per un pubblico adulto con i titoli che tutti conoscono, poi si è data più importanza allo sviluppo infantile e le storie sono state rese adatte a loro.

Un esempio è la storia “Rosaspina” è stata modificata con il titolo “La bella addormentata nel bosco”.

Altre storie classiche da leggere assolutamente ai bambini, e con i bambini sono:
Cenerentola;
Il brutto anatroccolo;
I tre porcellini;
Hansel e Gretel;
Il pifferaio magico;
La bella addormentata;
Il gatto con gli stivali;
Lo schiaccianoci;
Tremotino;
La principessa sul pisello;
I musicanti di Brema;
Il lupo e i sette capretti;
Giacomino e il fagiolo magico;
Pollicino;
Il principe felice;
Raperonzolo;
I vestiti nuovi dell’imperatore;
La piccola fiammiferaia;
Il pesciolino d’oro;
Il prode piccolo sarto (sette in un colpo);
Il ragazzo e lo steccato di bambù;
La chiave d’oro;
La leggenda dell’albero di Natale;
La leggenda di Jack O’ Lantern;
La rana a due teste;
La rosa e il ranocchio;
Le fate;
Le leggende dei giorni della Merla.