Quando si vuole intraprendere un viaggio all’estero, oppure si deve cambiare posto di lavoro e andare in una filiale estera, molte sono le informazioni che bisogna tenere conto del nuovo territorio, come il clima, le varie usanze, anche religiose ma soprattutto la valuta estera.

Senza i soldi non si riesce a fare molto, e per di più se la moneta è estera non sempre è facile valutare meglio quanto vale in un posto estero rispetto che a quello di un paese europeo.

Vediamo come si chiama la moneta del Marocco, qual è la sua storia e quanto vale rispetto all’Euro.

Come si chiama?

La moneta dello stato del Marocco si chiama dirham, al plurale invece si dice dirhams in francese e in inglese, mentre in arabo si dice darahim.

Partendo dalle monete più piccole (i centesimi) si chiamano santimat e sono da 2, da 4, da 10 e da 20, le monete d’argento sono da 5, da 2 da 1 e anche da ½; mentre le banconote si trovano da 200, da 100 da 50 e da 20.

Il codice del dirhams è ISO 4217, della valuta marocchina è “MAD”.

Le monete e le banconote si possono convertire in qualsiasi negozio Change che cambia la valuta prima della partenza o dopo l’arrivo; inoltre ne è vietata l’esportazione delle monete e banconote in un paese estero.

Storia

La storia di queste monete è semplice, nel 1882 venivano usate monete di rame per i centesimi (i santimat), monete d’argento per i dirhams, che avevano più valore e in oro per le monete dirhams che avevano più valore ancora, solo che erano chiamate con il nome di ryal marocchino.

Nel 1960 venne introdotto il dirham, questo durò fino al 1974 quando venne sostituito dal franco e la valuta su la seguente: 1 dirham valeva quando 100 franchi.

Nel 1965 furono create le banconote che erano da 50 dirham (5000 franchi) e da 100 dirham (10.000 franchi) poi quelle da 5 (500 franchi) e da 10 (1.000 franchi).

La banconota da 200 dirham venne creata durante il 1970.

Poi nel 1999 non solo tornò in circolazione il dirham ma fu agganciato all’Euro per far si che i tassi di scambio non siano troppo difficili e lunghi da fare.

Durante il 2013 cambiarono sia le banconote e sia il disegno raffigurato sopra di esse, l’immagine presente era quella di Mohammed VI, re del Marocco e della sua corona reale, in ogni retro della banconota è presente la bellezza del patrimonio architettonico del paese e che ne simboleggia l’apertura con il mondo.

Valore e conversione in euro

Se si vuole controllare la conversione in Euro con il dirham si può sempre cercare un sito in cui si riesce a convertire la moneta europea in qualsiasi altra moneta oppure ricordarsi che 1 € corrisponde a 11,03 dirham.